• Home »
  • Politica »
  • Dl sviluppo, fiducia alla Camera. Proteste di Idv e Lega: Parlamento spogliato delle proprie funzioni

Dl sviluppo, fiducia alla Camera. Proteste di Idv e Lega: Parlamento spogliato delle proprie funzioni

Il governo ha posto la fiducia alla Camera sul decreto che contiene le misure urgenti per lo sviluppo e la crescita. Lo ha comunicato in aula il ministro per i Rapporti con il Parlamento Piero Giarda.
La conferenza dei capigruppo ha stabilito che la votazione comincerà domani a partire dalle 10,10 e le dichiarazioni di voto prenderanno il via dalle 8,30. Il voto finale è atteso in serata, per le 20, preceduto dalle dichiarazioni di voto trasmesse in diretta tv. Il decreto che va in scadenza il 25 agosto, una volta approvato dalla Camera, è atteso al Senato per la seconda lettura.
La decisione del governo è stata criticata in aula dai rappresentanti della Lega Nord e dell’Idv che hanno sottolineato come il Parlamento venga spogliato delle proprie funzioni se il governo continua a presentare decreti legge, blindando di fatto i provvedimenti con l’apposizione della fiducia.
Dopo l’intervento dei rappresentanti di Lega e Idv il presidente Gianfranco Fini ha ricordato che quella del ricorso alla fiducia è una questione “annosa” che si ripete anche con governi sostenuti da maggioranze di diverso colore politico ma che fa parte delle prerogative costituzionali attribuite all’esecutivo. “Sono considerazioni già fatte in altra occasione che nulla tolgono -ha commentato Fini- al senso, che mi è ben chiaro, degli interventi degli onorevoli Fugati e Evangelisti” che avevano parlato a nome della Lega e dell’Idv.