No tav, Grillo condannato a 4 mesi

No tav, Grillo condannato a 4 mesi

E’ stato condannato a quattro mesi di carcere e 100 euro di multa Beppe Grillo, imputato insieme a 20 attivisti No Tav per la violazione dei sigilli alla baita del movimento avvenuta nel dicembre 2010. Lo ha deciso il giudice di Torino Elena Rocci.
I pm Antonio Rinaudo e Andrea Padalino avevano chiesto di condannare Grillo a nnove mesi di carcere e 200 euro di multa. Stessa pena chiesta per il leader No Tav Alberto Perino, mentre era stata chiesta l’assoluzione per cinque militanti. Per tutti gli altri attivisti le richieste di condanna erano comprese tra i sei mesi e un anno e mezzo di carcere e multe tra i 150 e i 900 euro.
Il legale dell’ex comico genovese, l’avvocato Enrico Grillo, aveva chiesto l’assoluzione o, in subordine, la derubricazione del reato in inosservanza del provvedimento dell’autorità. Questo, unitamente al pagamento di un’oblazione di 103 euro, metà del massimo previsto dalla legge. “Ora aspetteremo le motivazioni della sentenza e poi valuteremo se fare ricorso”, ha commentato l’avvocato Grillo dopo la decisione del giudice.
In attesa della sentenza alcuni militanti hanno realizzato un presidio di fronte al Palazzo di giustizia torinese.